BORDEAUX: EN PRIMEUR 2008 seconda parte

Seguono le note di degustazione dell’annata 2008

 

ALTER EGO 2008 Margaux  Rosso

2° vino di Château Palmer

(Merlot 52% e Cabernet Sauvignon 48%)

Veste un bellissimo rosso porpora chiaro.

Al naso è piacevole con sensazioni balsamiche di menta cui seguono note di pelle, di ciliegia, di cassis e di affumicato (tizzone di legno).

Al gusto si ha subito una sensazione di affumicato che ricorda l’ultimo profumo sentito all’olfatto.

Il vino ha un buon equilibrio in virtù della freschezza che con il tannino dolce, vellutato e piuttosto centrale (gengiva superiore) riesce a far si che l’alcool non alteri l’equilibrio gustativo. Vino elegante e piacevole anche se non dotato di tanta struttura. Retrogusto di tizzone di legno (fumé). Buona è la sua persistenza aromatica intensa.

87/89

D’ARMAILHAC 2008 Pauillac Rosso

(Cabernet Sauvignon 54%, Merlot 29%, Cabernet Franc 15% e Petit Verdot 2%)

Riluce di un bellissimo rosso rubino con lampi porpora.

Olfatto caratterizzato da note di cioccolata, di ciliegia, di menta, dolci boisé, di pepe nero, di noce moscata, di pelle, di radice di rabarbaro, di ambra, di prugna per terminare con note dolci di episperma (pellolina del marrone bollito).

Al gusto si godono note fruttate di prugna fresca e cassis. Il tannino è dolce, abbastanza largo (4/6 +) inizialmente vellutato per poi asciugarsi un po’ nel finale.

Alcool e freschezza sono in buon equilibrio nonostante che il vino non abbia tanta struttura.

Abbastanza lunga è la sua persistenza aromatica intensa.

Rispetto al 2007 quest’annata ha un naso migliore, un tannino meno largo, un corpo un po’ meno presente ed una persistenza un po’ meno lunga.

Nell’insieme vino elegante e piacevole.

88/89

 

L’ARRIVET HAUT – BRION        2008        Pessac – Leognan           Rosso  

Bel rosso rubino.

Al naso offre note fruttate di ciliegia molto matura, quasi confettura, seguite da menta, prugna, pepe nero, confetto e olio di lino.

Il gusto corrisponde all’olfatto, infatti si percepisce in modo evidente la confettura di ciliegia.

Alcool e freschezza sono in buon equilibrio e la seconda con l’aiuto di un tannino dolce, vellutato e non particolarmente largo (4/6) riesce a rendere il vino abbastanza equilibrato. Abbastanza persistente. Frutto troppo maturo.                                                                         

   85/89

Le note di degustazione integrali possono essere consultate previa registrazione e successivo abbonamento.

[ihc-hide-content ihc_mb_type=”show” ihc_mb_who=”1″ ihc_mb_template=”1″ ]

 

BELLEUVE MONDOTTE 2008 Saint Emilion Rosso

               

(Merlot 90%, Cabernet Franc 5% e Cabernet Sauvignon 5%)

Bel rosso rubino vivo con riflessi porpora.

Il profilo olfattivo evidenzia note di liquirizia, tabacco trinciato, cioccolato, boisè, caucciù, ciliegia e prugna.

Al gusto alcool ben integrato ed in sottotono rispetto alla spalla acida ed al tannino che è dolce, vellutato e largo (6/6 -).

Lunga è la sua persistenza aromatica intensa. Vino molto carico di legno anche se il legno è dolce e di buona qualità.

88/90

 


BERNADOTTE 2008  Haut – Médoc rosso            

(Cabernet Sauvignon 56% e Merlot 44%)

Colore rosso rubino vino, lucente.

Profilo olfattivo caratterizzato da note di pelle, prugna, pera williams, pepe nero, noce moscata, menta e floreali intense di viola per terminare con echi di fungo porcino secco.

Al gusto esplode una piacevole viola.

Vino abbastanza equilibrato con tannino dolce, vellutato, non tanto largo (4/6), alcool e freschezza si alternano un po’ alla guida dell’equilibrio gustativo. Vino abbastanza persistente anche se non ha molta struttura.

Mi è piaciuto molto il sentore di viola.

       87/89

 

LES CARMES HAUT – BRION        2008          Pessac – Leognan       Rosso        

(Merlot 55%, Cabernet Franc 25% e Cabernet Sauvignon 20%)

Alla vista è rosso rubino vivo.

Bouquet speziato di pepe nero e noce moscata cui fanno seguito note di radice di rabarbaro, di ciliegia, di prugna per terminare con dei lievi soffi di ambra.

Al gusto buona dolcezza, corpo medio, vino equilibrato con un tannino dolce, vellutato e largo (5/6).

Buona è la sua persistenza aromatica intensa. Nell’insieme vino piacevole con frutta non matura e tanto meno ossidata.

89/91

 

CARRUADES DE LAFITE 2008 Pauillac Rosso                 

(Cabernet Sauvignon 51%, Merlot 45%, Petit Verdot 3% e Cabernet Franc 1%)

Veste rosso rubino con trame porpora.

Al naso è inizialmente timido per poi aprirsi e rilasciare sentori di prugna, di tabacco trinciato forte, di scatola di sigari, di pera williams, di menta lieve per terminare con dei soffi di smalto di vernice.

In bocca ammalia la piacevole nota fruttata di prugna fresca. Vino con non tanta struttura, abbastanza equilibrato con sostanze dure e morbide tutte moderatamente presenti. L’alcool è un po’ altalenante con la freschezza. Abbastanza persistente.

86/89

 


LA CHAPELLE DE LA MISSION HAUT – BRION 2008 Pessac–Leognan Rosso

(Cabernet Sauvignon 56%, Merlot 39% e Cabernet Franc 5%)

Colore rosso rubino chiaro con trame porpora.

All’olfatto sfoggia note intense di coccoina, a cui fanno eco sentori di confetto, di ciliegia, di prugna, di pepe nero, lievi, di grafite, di nocciolina tostata, di cassis, di noce moscata per terminare con note di cioccolata.

Ricca spalla acida con massa alcoolica che cerca il dominio e che lo ottiene in modo alternato. Il tannino è abbastanza largo (4/6 +), dolce, inizialmente vellutato per poi diventare un po’ asciutto. Nel finale la lingua brucia un po’. Il corpo non è particolarmente presente. Non particolarmente presente è la sua persistenza aromatica intensa.

Il 2007 aveva più equilibrio gustativo rispetto al 2008 e pertanto nel suo insieme trovo che il primo sia lievemente migliore.

86/88

 

LE CLARENCE DE HAUT – BRION        2008       Pessac – Leognan     Rosso  

(Merlot 45%, Cabernet Sauvignon 41% e Cabernet Franc 14%)

Secondo anno di uscita di questo vino che ha sostituito il Bahans Haut Brion.

Bel rosso rubino vivo con trame porpora.

All’olfatto sfoggia note di prugna, intense, di nocciolina tostata, di pepe nero, di noce moscata, di chiodi di garofano, di pelle, di grafite, di cassis, di ciliegia per terminare con dei soffi di menta.

Al gusto si sente una piacevole frutta in particolare di prugna anche se lievemente aspra. Il tannino è dolce, abbastanza largo (4/5 + +), inizialmente vellutato per poi nel finale diventare un po’ asciutto e bruciante sulle gengive superiori. Vino abbastanza equilibrato, con corpo non eccessivo.

Abbastanza persistente. Migliore all’olfatto che al gusto. A mio avviso è lievemente superiore de La Chapelle de la Mission Haut – Brion.

Il 2008 è molto simile al 2007 anche se il tannino del primo è un po’ più vivace.

87/89


CLERC – MILON 2008 Pauillac               Rosso                        

(Cabernet Sauvignon 42%, Merlot 40%, Cabernet Franc 16% e Petit Verdot 2%)

All’esame olfattivo esprime sentori di frutta a bacca nera tra i quali risaltano la prugna, il cassis, seguono note di ciliegia, dolci boisé, di ambra, di menta per terminare con lievi sentori di olio di lino.

Al gusto emergono sentori di liquirizia, di boisé e di prugna non completamente matura.

Il tannino è dolce, abbastanza largo (5/6 – – ) inizialmente vellutato per poi nel finale asciugarsi un po’ e far bruciare lievemente le gengive superiori. Vino abbastanza equilibrato con spalla acida che dirige la massa alcoolica.

Retrogusto di mela. Nel finale la lingua brucia un po’, sensazione di lieve pepe nero sulla lingua.

Il 2007 aveva il corpo un po’ meno presente rispetto al 2008 ed aveva la nota fruttata matura, quasi confettura mentre nel 2008 la nota fruttata sembra lievemente acerba al gusto.

87/89

 

CLOS LES LUNELLES 2008 Côtes de Castillon        Rosso          

(Merlot 80%, Cabernet Franc 10% e Cabernet Sauvignon 10%)

Colore rosso rubino intenso con trama porpora.

Apre con note di polvere da sparo, pelle, sapone di Marsiglia, ciliegia, pepe nero, mora, cassis per finire con dei rimandi di scatola di sigari.

Al gusto dopo il primo impatto sembra un po’ disperdersi. Vino equilibrato con spalla acida che sovrasta la massa alcoolica. Il tannino è dolce, vellutato e abbastanza largo (4/6 +). Abbastanza persistente.

87/89

 

DUHART – MILON 2008 Pauillac Rosso                 

(Cabernet Sauvignon 73% e Merlot 27%)

Riluce di un bel rosso porpora chiaro.

Olfatto particolare dal quale emergono subito note di affumicato che ricordano il prosciutto cotto di Praga e di salumi, emergono poi note più consuete di pelle, di prugna, di pepe nero, di noce moscata, di menta per ritornare a note fruttate, ma stavolta di cassis.

Al gusto dimostra tutta la sua gioventù con sentori boisé che con il tempo si dovranno fondere al vino. Si succedono sentori di prugna e pelle. Il tannino è dolce inizialmente vellutato, abbastanza largo (5/6 – -), per poi nel finale asciugarsi un po’. Nonostante la presenza del legno è migliore al gusto che all’olfatto. Abbastanza persistente.

87/89

 

DE FIEUZAL 2008 Pessac – Leognan Rosso              

(Merlot 60% e Cabernet Sauvignon 40%)

Rosso rubino con trame e bordo porpora.

Al naso appaiono subito delle note dolci del legno corroborati da sentori di pelle, di amido, di prugna, di pepe nero, di ciliegia, di menta per terminare con il tabacco biondo della Virginia.

Alcool e freschezza si rincorrono mentre il tannino è dolce, largo (6/6) inizialmente abbastanza vellutato per poi far sentire un po’ di astringenza. Lunga è la sua persistenza aromatica intensa. Anche se il naso è un po’ chiuso ti aspetteresti qualcosa di più al gusto.

87/89

 

FONBEL  2008 Saint Emilion Rosso         

(Merlot 65%, Cabernet Sauvignon 20%, Petit Verdot 20% e Carmenere 5%)

Rosso rubino vivo con trame rosso porpora brillante.

Al naso rivela profumi di pelle, polvere da sparo, pasta di mandorla, menta, eucalipto, cioccolata, intensi, viola, lievi, confetto, ciliegia, prugna e episperma.

Bel corpo, sapido e minerale, freschezza perfettamente calibrata che controlla la massa alcoolica. Il tannino è dolce, setoso e abbastanza largo (4/6 + +).

Lunga persistenza, retrogusto piacevole di prugna che però finisce lievemente asprina.

       89/91

 

GOULÉE  2008 Nord Medoc Rosso                      

E’ di proprietà dello Château Cos d’Estournel

(Cabernet Sauvignon 80% e Merlot 20%)

Intrigante veste rubino concentrato con trame porpora.

Fitto e concentrato il bagaglio olfattivo in cui emergono intensi toni boisé, di menta, di grafite, di ciliegia, di prugna, di cioccolata, di latte bollito, di eucalipto, di resina di pino, di pepe nero, di noce moscata, di cassis, di mora, di pelle, di affumicato, di olio di lino per terminare di nuovo con note fruttate di prugna. Al naso si sente un po’ l’alcool che trova rispondenza anche al gusto.

Tannino un po’ esuberante e un po’ bruciante alle gengive superiori. Alcool e freschezza sono ben presenti ed al momento attuale sono un po’ altalenanti cioè si succedono alternativamente alla guida dell’equilibrio gustativo.

Buona sapidità e mineralità con retrogusto di prugna e di fumè.

Sono stato un po’ incerto nel valutare questo vino, a mio avviso c’è troppo legno e l’alcool è un po’ troppo presente..

                                                                                                    87/89

 

 

HAUT – BEAUSÉJOUR 2008 Saint – Estèphe         Rosso

(Cabernet Sauvignon 50%, Merlot 40%, Cabernet Franc 5% e Malbec 5%)

Riluce di rosso rubino intenso con riflessi viola.

I profumi suggeriscono delle note vegetali di radice di ciclamino, di pelle di conceria, intense, di petrolio, di polvere da sparo, di pepe nero, di noce moscata, lieve, di prugna per terminare con note di erba tagliata.

Al gusto si percepisce una nota asprina che ricorda la radice di ciclamino.

Il tannino è dolce e asprino, la freschezza domina l’alcool rendendo il vino abbastanza equilibrato. Al gusto si percepisce il fungo porcino secco che mal si concilia con la nota aspra sinonimo di non completa maturazione dell’acino.

Abbastanza persistente.

                                                                          82/84

 

HAUT SIMARD 2008 Saint Emilion Rosso                 

(Merlot 60% e Cabernet Franc 40%)

Rosso porpora.

Il naso si delinea con sentori di ciliegia un po’ matura, di menta, di cioccolata, di prugna, di pelle e di pera williams.

Vino abbastanza equilibrato con spalla acida che domina l’alcool. Corpo medio, tannino dolce, setoso e largo (5/6 – ). Al gusto si sente la cioccolata e la ciliegia quasi confettura.

Lunga persistenza. Per me la frutta troppo matura significa ossidazione. Vino abbastanza piacevole.

                                                                                                            87/89

 


LARCIS DUCASSE 2008 Saint Emilion Rosso                    

(Cabernet Franc 96% e Merlot 4%)

Veste un bel rosso rubino.

Al naso sprigiona sentori di pelle, menta, pepe nero, ciliegia, prugna, pera williams, lievi e cioccolata. Sembra di sentire il profumo del cioccolatino “after eight” appena spezzato.

Al gusto si sente un po’ irrequieto con alcool e freschezza che si alternano al comando dell’equilibrio gustativo.

Il tannino è dolce, abbastanza largo (5/6 – – ) inizialmente vellutato per poi diventare un po’ aggressivo e bruciante sulla gengiva superiore. Corpo medio e con buona persistenza aromatica intensa. Sicuramente il vino migliorerà.

88/90

LUCIA 2008 Saint Emilion  Rosso                           

(Merlot 90% e Cabernet Franc 10%)

Veste rosso rubino intenso.

All’olfatto si godono subito note intense di scatola di sigari, di ciliegia però confettura, di pera williams, intense, di menta, di pelle, di pepe nero e di noce moscata.

Al gusto si sente molto dolce per la confettura di ciliegia che si percepisce in modo nitido.

Vino equilibrato con spalla acida che domina, con l’aiuto di un tannino dolce, vellutato e abbastanza largo (4/6 +) la massa alcoolica.

Lunga è la sua persistenza aromatica intensa.

Frutta troppo matura quindi ossidata che si sente sia all’olfatto che al gusto.

86/88

LUSSEAU 2008 Saint Emilion  Rosso                

(Merlot 75% e Cabernet Franc 25%)

Rosso rubino intenso.

L’impianto olfattivo elargisce sentori di ciliegia matura, pelle, polvere da sparo, pepe nero, menta, latte bollito, lievi e scatola di sigari.

Al gusto si sente la nota fruttata di ciliegia matura già percepita all’olfatto. Vino abbastanza equilibrato con un tannino dolce vellutato ed abbastanza largo (4/6 + ) che finisce un po’ bruciante sulla gengiva superiore. Il corpo va un po’ via. Abbastanza persistente.

Trovo che il 2008 sia superiore al 2007 anche perché la frutta presente sia all’olfatto che al gusto è matura ma non è confettura, e ciò sarebbe sinonimo di ossidazione.

86/88


MALARTIC LAGRAVIERE 2008 Pessac – Leognan         Rosso        

(Cabernet Sauvignon 55%, Merlot 38%, Cabernet Franc 5% e Petit Verdot 2%)

Bel rosso rubino intenso con riflessi porpora.

Si rincorrono sentori di fumé, ciliegia matura, pepe nero, noce moscata, prugna, cassis, fieno secco, pera williams e cenere.

Al palato prosegue con una struttura abbastanza potente e avvolgente, ben amalgamata al tannino, dolce, vellutato e largo (6/6 – ). Vino equilibrato e persistente.

Finale di frutta matura.

88/90

 

MONBOUSQUET 2008 Saint Emilion Rosso              

(Merlot 66%, Cabernet Franc 30% e Cabernet Sauvignon 10%)

All’esame visivo veste un rosso rubino intenso e scuro.

Naso in crescendo, all’inizio si sentono note dolci boisé intense a cui seguono sentori di ciliegia matura, prugna, caramella mou, pelle, pepe nero, noce moscata, chiodi di garofano, cannella, menta, tabacco trinciato (sigaro toscano) per terminare con la liquirizia.

In bocca si offre con note boisé e minerali.

Vino abbastanza equilibrato con alcool in sottotono rispetto alla freschezza ed al tannino dolce, abbastanza vellutato, un po’ scalpitante, irruento e largo (5/6 + ).

Lunga è la sua persistenza aromatica intensa. Vino un po’ carico di legno sia all’olfatto che al gusto. Dovrà perdere molto legno nel tempo.

                                                                                                                                             88/90

 

MONBOUSQUET  2008  Saint Emilion Bianco                       (Sauvignon Blanc 2/3 e Sauvignon Gris 1/3)

Calice giallo paglierino chiaro, lucente.

Al naso offre una fusione di profumi di biancospino, di foglia di ruta, foglia di pomodoro, di coccoina, di mandorla, di menta con dei soffi boisé.

Al gusto è sapido e minerale con una buona morbidezza. Vino equilibrato e persistente. Mi ricorda un po’ il 2007 anche se quest’ultima annata è un po’ superiore a questa.

                                                                                                                                             91/93

 


ORMES DE PEZ 2008 Saint – Estèphe Rosso                     

(Cabernet Sauvignon 51%, Cabernet Franc 8%, Merlot 39% e Petit Verdot 2%)

Rosso rubino intenso.

Naso ammaliante di pelle, cioccolata, menta, prugna, pepe nero, ciliegia, affumicata e liquirizia.

Al gusto si sente la presenza del legno che aiuta un corpo forse non troppo strutturato. Il corpo scivola un po’ via, anche se il vino risulta abbastanza equilibrato nonostante che il tannino non sia molto largo (4/6). La spalla acida guida l’equilibrio gustativo. Abbastanza lunga la sua persistenza aromatica intensa con retrogusto di cuoio.

 

87/89

 

PAGODES DE COS 2008 Saint – Estèphe Rosso            

2° vino di Cos d’Estournel

(Cabernet Sauvignon 45%, Merlot 53% e Petit Verdot 2%)

Rosso rubino con riflessi porpora intensi.

Svela profumi di mela verde, di fumè, di liquirizia, di menta, di asfalto, di fieno secco, di pepe nero, di noce moscata, di olio di lino, di ciliegia e di prugna.

La bocca è piacevolmente pervasa da note fruttate di prugna e di ciliegia e note di affumicato a seguire.

Il tannino non è molto largo (4/6 +) ed il vino non ha tanta struttura ed il corpo tende ad andare via abbastanza velocemente.

Buon equilibrio gustativo con piacevole spalla acida.

Il naso mi ha lasciato un po’ perplesso in particolare per la presenza della mela verde e del fieno secco.

87/89

 

PAVILLON ROUGE 2008 Margaux Rosso               

E’ il 2° vino di Château Margaux

Si tinge di un bel rosso rubino con riflessi porpora.

Naso abbastanza compatto, emergono sentori di ciliegia, di pera williams, di amido, di menta, di lieve boisé, di liquirizia, di cassis per terminare con sentori di tabacco biondo della Virginia.

Vino inizialmente timido che dopo poco si apre e ammalia il palato con sentori fruttati di cassis, ciliegia e prugna.

Vino elegante, piacevole con un buon equilibrio gustativo. Il tannino è dolce, vellutato, non tanto largo. La freschezza domina l’alcool. Buona è la sua persistenza aromatica intensa.

Il vino difetta un po’ di struttura.

 

   88/90

 

LE PETIT CHEVAL 2008 Saint Emilion Rosso                

(Merlot 60% e Cabernet Franc 40%)

Veste un bel rosso rubino vivo.

Naso esplosivo di tabacco biondo della Virginia, seguono sentori di pelle, polvere da sparo, menta, ciliegia, prugna, terra, cassis, pera williams, pepe nero per terminare con soffi di bustina di tè inzuppata.

Gusto esplosivo di prugna e tabacco, sapido e minerale, inizialmente abbastanza equilibrato poi si ha una lieve sensazione che la freschezza ed il tannino, dolce, setoso, e largo (5/6) non riescono a sopraffare completamente la massa alcoolica.

Sicuramente con la sosta del vino in bottiglia si riuscirà ad aver un completo equilibrio gustativo.

Buona è la sua persistenza aromatica intensa, ovviamente non al livello del padre Cheval Blanc. Vino bello e piacevole, ricorda per alcuni profumi il 2007 ma è nell’insieme, non di poco, superiore.

90/92

 

LA PETITE EGLISE 2008 Pomerol Rosso            

(Merlot 100%)

Colore rosso rubino.

Svela sentori di ciliegia, menta, vegetali, pepe nero, noce moscata, boisé, lieve e amido (appretto).

L’impatto gustativo è fruttato: ciliegia. Vino equilibrato con tannino dolce, vellutato e largo (6/6 -). Alcool e freschezza sono in buona armonia. Abbastanza lunga è la sua persistenza aromatica intensa.

       89/91

 

 

LE PETIT MOUTON DE MOUTON ROTHSCHILD 2008      Pauillac  Rosso  

(Cabernet Sauvignon 94% e Merlot 6%)

Veste rosso rubino.

Impatto olfattivo imponente nel quale trovano risalto il boisé, l’episperma e le note speziate di pepe nero, di noce moscata e di chiodi di garofano, a cui seguono sentori di pelle, di liquirizia, di menta, di prugna, di ciliegia, per terminare con note floreali di viola.

Al gusto emergono note di pelle e di boisé.

Vino abbastanza equilibrato con alcool e freschezza ben presenti mentre il tannino è dolce, vellutato ed abbastanza largo (5/6 +).

Lunga è la sua persistenza aromatica intensa.

Mi ricordo che il 2007 aveva un olfatto migliore del gusto e che aveva un po’ meno di struttura rispetto al 2008. I tannini hanno la stessa larghezza in entrambe le annate, mentre trovo che nel 2008 ci sia un po’ più la presenza del boisé. Penso che il 2008 sia un poco superiore al 2007.

89/91

 

PETIT – VILLAGE 2008 Pomerol Rosso

(Merlot 78%, Cabernet Sauvinon 18% e Cabernet Franc 4%)

Robe rosso rubino birmano.

Il naso evidenzia note di ciliegia, di cioccolata, di menta, di pepe nero, di idrolitina per terminare con dei soffi boisé.

Al gusto si godono note di ciliegia e di cioccolato. Il corpo è delicato e il vino non è particolarmente strutturato anche se è ben equilibrato con la freschezza ed il tannino che è ben controllato. Abbastanza persistente.

Vino ben fatto e piacevole anche se difetta di potenza.

88/90

PIBRAN 2008  Pauillac Rosso                           

(Cabernet Sauvignon 51% e Merlot 49%)

Bel rosso rubino con trame porpora.

Al naso troviamo note di cenere, di ciliegia, di prugna, di menta, di pepe nero, di eucalipto, lieve, di pelle vegetale per terminare con note fruttate di cassis.

La bocca si riempie di prugna fresca.

Il tannino è dolce, vellutato e abbastanza largo (5/6 – ). Alcool e freschezza sono in equilibrio con la seconda ben dosata che porta avanti la regia gustativa.

Corpo non particolarmente presente e persistenza aromatica intensa abbastanza lunga.

Vino piacevole che difetta un po’ di struttura e persistenza.

87/89

 

RESERVE DE LA COMTESSE 2008 Pauillac            Rosso      

E’ il 2° vino di Château Pichon Longueville Comtesse de Lalande

(Cabernet Sauvignon 33%, Merlot 50%, Cabernet Franc 12% e Petit Verdot 5%)

Veste un bel rosso rubino birmano.

All’olfatto si propone con note di pelle, di tabacco trinciato forte, di scatola di sigari, di pera williams, lievi, di pepe nero, di noce moscata, di idrolitina, di viola, intense, per terminare con uno spolvero di vaniglia.

Al gusto mostra una ricca dose di alcool e freschezza ed un tannino dolce, vellutato e non troppo largo (4/6 + +).

Nell’immediato si sentono note di fungo porcino secco, lievi, di prugna e di viola. Corpo medio, lieve altalena tra alcool e freschezza con finale in cui la spalla acida ha il sopravvento. Vino giovane che si deve equilibrare al meglio.

       87/89

 

SAINT GEORGE 2008 Saint Emilion   Rosso              

(Merlot 80% e Cabernet Franc 20%)

Veste un melange di rosso rubino e porpora intensi.

Esplode all’olfatto con profumi intensissimi di ciliegia nera a cui fanno eco rimandi di pelle, di menta, di pepe nero, di noce moscata, per terminare con uno spizzico di latte bollito.

Il gusto è pieno ed appagato da una bellissima ciliegia nera matura accompagnata dalla cioccolata. Vino equilibrato poiché la freschezza è aiutata da un tannino dolce, vellutato e largo (5/6 + ) che riesce ad avere il sopravvento sulla massa alcoolica.

Corpo medio. Lunga persistenza aromatica intensa. Migliore al gusto che all’olfatto.

 

89/91

 

 

SANCTUS  2008  Saint Emilion  Rosso        

(Merlot 70% e Cabernet Franc 30%)

Risplende di un rosso rubino vivo.

Il naso è marcato da una intensa pera williams seguita da note di menta, tabacco trinciato (sigaro toscano), prugna, ciliegia, pelle, cassetto di medicine e pepe nero. Si sente un lieve alcool che non trova riscontro al gusto.

Vino equilibrato e persistente con tannino dolce, vellutato e largo (6/6) che con la spalla acida ha il sopravvento sulla massa alcoolica.

Lunga è la sua persistenza aromatica intensa con retrogusto di cioccolata.

Sicuramente migliore il 2008 rispetto al 2007, il tannino del primo è magistralmente largo. La pera williams è presente in entrambe le annate.

       89/91

 

SIMARD   2008  Saint Emilion Rosso                

  (Merlot 65% e Cabernet franc 35%)

Robe rosso porpora.

Il disegno olfattivo si rivela elegante con profumi di ciliegia, intensi, seguiti da prugna, cioccolata, pasta di marzapane, mandorla, coccoina, menta, pepe nero, lieve, confetto e pelle.

Al palato è abbastanza equilibrato. Il corpo è medio scarso, alcool e freschezza sono in equilibrio anche se il tannino è un po’ magrino e bruciante. Abbastanza persistente. Vino abbastanza piacevole, migliore all’olfatto che al gusto.

87/89

 

LA TOUR DU PIN 2008  Saint Emilion   Rosso              

(Cabernet Franc 75% e Merlot 25%)

Offre una veste rosso rubino vivo, lucente con raggi porpora.

Un vero e proprio connubio tra fragranza e complessità con baldanzosi sentori di prugna e grafite, intensi, che si uniscono a ciliegia, pelle, confetto, pepe nero, noce moscata, tartufo nero, lieve, mora, eucalipto, violetta, lieve, con richiamo finale alla radice di rabarbaro.

Bella bocca, con trama tannica setosa, assolutamente equilibrato con una spiccata spalla acida ed un tannino dolce e largo (6/6 – ). Corpo medio. Al gusto si godono un lieve tartufo nero, la ciliegia e la prugna. Lunga persistenza con finale di cioccolata.

Il naso è interessante ma timido nell’elargire profumi. Nell’insieme è un bel vino.

 

90/92

 

LES TOURELLES DE LONGUEVILL 2008 Pauillac         Rosso        

(Merlot 65%, Cabernet Sauvignon 20% e Cabernet Franc 15%)

E’ il 2° vino dello Château Pichon Longueville.

Veste rosso rubino vino con trame porpora.

L’impatto olfattivo è caratterizzato da note di ciliegia, intense, di idrolitina, di pera williams, di cioccolata, intense, di pelle, di prugna per terminare con note affumicate.

Il gusto è piacevolmente caratterizzato da note di prugna secca e di ciliegia.

Tannino dolce, vellutato e largo (5/6). Sapido e minerale con spalla acida che supera la massa alcoolica rendendo il vino equilibrato.

Vino elegante ma non tanto persistente, il corpo va un po’ via.

88/90

[/ihc-hide-content]
More from Paolo Baracchino

MAISON BOULARD – BAUQUAIRE ALL’ARCANO DEL MARE

Poco tempo fa vengo contattato dall’amico Riccardo Santini che ha avuto in...
Leggi tutto