TENUTA DEL BUONAMICO

L’azienda Tenuta del Buonamico si trova in Toscana, nella provincia di Lucca a Sud – Ovest di Montecarlo nella località di Cercatoia.

L’azienda è stata fondata nel 1964 da alcuni ristoratori Torinesi, ed attualmente è di proprietà della famiglia Fontana, la quale ha aumentato la superficie dei terreni vitati ed ha ampliato e rimodernato la cantina.

Dal 2008 l’enologo dell’azienda è Alberto Antonini e la qualità dei vini sono testimoni della sua bravuta e competenza.

I terreni delle vigne sono a medio impasto.

La vendemmia viene fatta a mano con piccole cassette, con l’aiuto di una macchina vendemmiatrice che non altera l’integrità delle uve.

In cantina i contenitori di vinificazione sono in acciaio inox ed una parte di quelli di affinamento e stoccaggio sono in cemento vetrificato. Vengono utilizzate barriques e tonneaux di rovere francese solo per i vini che, secondo l’azienda, ne richiedono l’utilizzo.

I vini prodotti sono:

– “Cercatoja” I.G.T. Toscana con uvaggio: Sangiovese, Syrah e Cabernet Sauvignon;
– “Il Fortino” I.G.T. Toscana con uvaggio: Syrah al 100%,

– “Montecarlo D.O.C. rosso”, etichetta blu, con uvaggio: Sangiovese, Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot e Canaiolo;

– “Montecarlo D.O.C. rosso”, con uvaggio: Sangiovese, Canaiolo, Syrah, Merlot e Cabernet Sauvignon;

– “Montecarlo bianco”, con uvaggio: Trebbiano Toscano, Pinot Bianco, Sauvignon, Semillon, Roussanne e Chardonnay;

– “Vermentino I.G.T. Toscana”, con uvaggio: Vermentino in purezza;

– “Viognier I.G.T. Toscana”, con uvaggio: Viognier in purezza;

– “Vasario”, con uvaggio: Pinot Bianco al 100%;

– “Rosato I.G.T. Toscana” con uvaggio: Sangiovese, Canaiolo e Syrah;

– “Particolare Inedito”, spumante, senza annata. Si tratta di Pinot Bianco di diverse annate, di cui una parte è affinato in tonneaux per 7 mesi;

– “Particolare Brut”, Premiere Cuvée, spumante senza annata. L’uvaggio è Pinot Bianco, Semillon e Trebbiano Toscano.

– “Particolare Brut Rosé”, Spumante, senza annata con uvaggio: Sangiovese e Syrah.

Passo quindi ad esaminare i tre vini spumante degustati nel dicembre 2015.

“PARTICOLARE INEDITO”, Spumante, senza annata, gr. 13%
Pinot Bianco di diverse annate affinate in Tonneaux per 7 mesi.
Giallo oro con riflessi grigi, con bollicine abbastanza fini e numerose.
Complesse e fragranti le sensazioni olfattive dove spiccano note intense di cuoio fresco (quello biondo), prezzemolo e foglia verde del sedano, seguite da profumi di luppolo, pan brioche, pesca gialla, iodio, pepe bianco, gambo di ciclamino spezzato (per l’acidità), mela rossa, formaggio Auricchio, per terminare con soffi di menta.
Fresco e di pregevole sapidità e mineralità gustativa, con sapori agrumati di limone e pompelmo giallo e di pesca e mela. Le bollicine sono abbastanza fini ed il corpo è medio.
Vino ben equilibrato con massa alcoolica impercettibile, grazie alla freschezza ed alla sapidità. Abbastanza lunga è la sua persistenza gustativa, con finale di luppolo. Le labbra sono salate.

88/100

 

“PARTICOLARE BRUT GRAN CUVÉE”, Spumante, senza annata, gr. 12%
Uvaggio: Pinot Bianco, Semillon e Trebbiano Toscano.
Giallo paglierino con riflessi verdi e grigi. Le bollicine sono abbastanza numerose e non tanto fini.
Intriganti ed intense sensazioni olfattive di prezzemolo e foglia verde di sedano, seguite dal cuoio biondo, (quello fresco), lievito di birra, stoppa intrisa di vino, cioccolata bianca, sedano fresco, finocchio fresco, fiori gialli, lievi di miele, melone bianco, iodio, pepe bianco, gambo di ciclamino spezzato (per l’acidità), dolci della parte esterna del confetto, per terminare con carezze di caramella dura al lampone.
Al gusto le bollicine sono fini e l’attacco sapido è in rilievo anche sulla mineralità.
Il corpo è al limite della sufficienza.
Sapori di limone e pompelmo giallo.
Vino ben equilibrato con la freschezza e la sapidità in netta evidenza sulla massa alcoolica. Non lunga è la sua persistenza aromatica intensa con finale di limone, pompelmo giallo ed una lieve nota amarognola.

89/100

 

“PARTICOLARE BRUT ROSÈ”, Spumante, senza annata, gr. 12%
Uvaggio: sangiovese e Syrah
Colore rosa antico. Le bollicine sono abbastanza numerose, inizialmente grossolane per poi diventare più fini.
Iniziale profumo di cipolla di Tropea per poi lasciare spazio a sentori di cuoio fresco (quello biondo), lievi di iodio, prezzemolo, foglia verde del sedano, dolci della parte esterna del confetto, per terminare con sospiri di melone arancione (quello estivo).
All’assaggio la bollicina non è particolarmente fine ma il vino è ben equilibrato grazie alla freschezza, sapidità e mineralità che dominano la massa alcoolica. Sapori che ricordano il prezzemolo e la foglia verde del sedano. Il corpo è esile e non lunga è la sua persistenza con finale di pompelmo rosa, salato ed agrumato. Si sente tirare un pochino la gengiva superiore.

86/100

More from Paolo Baracchino

DA VITTORIO A SAINT MORITZ

A fine marzo sono stato a Saint Moritz nello splendido e rinnovato...
Leggi tutto